Bollari: Memorie dallo Jonio

12247119_995852873827654_7066856668653060758_ncarlo-gallo_sigarette_bollari

Di e con Carlo Gallo
Con la collaborazione artistica di Peppino Mazzotta
Costumi di Angelo Gallo

Sulle coste desolate del Mar Jonio, immersi nel silenzio tra i colori della macchia Mediterranea, è divenuto sempre più raro assistere a quel miracolo che avveniva tra i pescatori e il mare, un fenomeno che veniva indicato col il termine “Bollari”.

Una parola antica tradotta nel suono gutturale dei pescatori per annunciare l’avvistamento dei tonni a largo delle coste, un urlo di gioia a cui seguivano lanci e fragori di bombe in mare, una pratica illegale diffusa tra i pescatori dello Jonio al fine di ricavare più pesce possibile in poco tempo e sopperire ai lamenti dello stomaco. Lo spettacolo narra la contesa di mare tra due anziani pescatori e le vicissitudini di quella che fu la Cecella, il miglior peschereccio dello Jonio, negli anni del fascismo fino alle porte della seconda guerra mondiale. Tratto da racconti orali di anziani calabresi, Bollari è una storia di mare che si chiude sopra il deserto dei valori di un mondo travolto dal regime e dalla guerra.

Come sottofondo il rumore languido della spuma del mare, quel mare di gioie e di dolori, su cui si riversano la fame e la miseria del tempo. Quel mare su cui i personaggi rinnovano il proprio spirito e battono i remi – forse – alla conquista della propria libertà. Una narrazione misteriosa e suggestiva come fiabe d’altri tempi, in una lingua che inventa se stessa nel dipanarsi degli eventi, dove tutto si traduce in parola.

**********************************************************************************
Lo spettacolo viene rappresentato anche sui moli diverse città di mare grazie al progetto Bollari in giro per le leghe navali d’Italia.

bollari-memorie-dallo-jonio-spiaggiabollari-roccella-jonica3

*********************************************************************************************

Il giovane ed ispirato Carlo Gallo che nella sua narrazione rigogliosa e misterica racchiude una storia di mare e di povertà … di uomini come sardine che sfidano il largo per conquistarsi il pane e la dignità.
repubblica.it – Valentina De Simone, 10/05/2015

Bollari: piccola perla di semplicità che fluidamente intreccia i singoli racconti restituendone la musicalità fatta di nenie, prestiti dal “cunto” (più ingentilito rispetto la tradizione siciliana), gestualità precisa nell’individuare personaggi o situazioni. […] Eccolo il miracolo, per cui tutti, dai bambini a terra in attesa a noi in teatro, si rimane inevitabilmente stregati.
Teatro e Critica – Viviana Raciti, novembre 2014

La narrazione di Gallo tra l’italiano dei fatti narrati e il significante bellissimo dialetto di quelli evocati è intensa e commovente, tutta tesa nella memoria dei piccoli e grandi avvenimenti di quei tempi, raccolti sul campo dai ricordi degli anziani, una narrazione dove anche i pesci hanno sentimenti.
Hystrio Mario Bianchi, I° trimestre 2015

[…] Sulla scena Carlo Gallo coniuga la narrazione di un testo che si lascia ammirare per pulizia e densità di scrittura con una gestualità congrua […] colpisce soprattutto la capacità autoriale di elaborare una scrittura originale mettendo assieme racconti da focolare con una filatura sottile.
Ilpickwick.it – Michele Di Donato, 19/09/2015

[…]la genuina adesione affettiva alla materia evocata da parte di Carlo Gallo, autore ed interprete, coinvolge l’uditorio: il versante non verbale della comunicazione restituisce i colori, i sapori, i suoni di un’epoca tramontata; una pagina della storia del costume, una galleria di personaggi tratteggiati con icastica efficacia.
Corriere dello spettacolo – Claudio Facchinelli, 03/08/2015

[…] Carlo Gallo, che recupera ricordi e racconti dei pescatori calabresi per trasformarli in una narrazione delicata e intensa di cui è autore, attore e regista.
KLP – Elisabetta Reale, 08/06/2015

******************************************************************************************

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *